ENERGIA: FEBBO, NO A NUOVI IMPIANTI PETROLIFERI

Pescara, 24 feb. “Al consigliere Camillo D’Alessandro, sarà forse sfuggita l’efficacia del disegno di legge che ho proposto come primo firmatario e che non apre affatto all’ipotesi di nuovi insediamenti petroliferi ma va a disciplinare la localizzazione di infrastrutture energetiche”. E’ la replica dell’assessore all’Agricoltura, Mauro Febbo, alle critiche mosse dal capogruppo del PD, Camillo D’Alessandro. “Infatti – sottolinea Febbo – questa legge da un lato scoraggia l’insediamanto di nuovi impianti energetici sotto il profilo economico e dall’altro richiede, preventivamente, l’assenso al trattamento di idrocarburi sia da parte del Comune nel cui territorio fossero stati individuati siti per la lavorazione o lo stoccaggio di oli minerali sia da parte dei Comuni limitrofi. Peraltro, – aggiunge l’assessore – questo disegno di legge ha anche il pregio di non rischiare l’impugnazione del Governo per incostituzionalità come, invece, era avvenuto per la legge regionale che lo stesso D’Alessandro aveva presentato”. L’assessore Febbo torna, infine, a ribadire che “l’obiettivo comune della Giunta e della maggioranza in Consiglio regionale è quello di non consentire la realizzazione di impianti energetici come il Centro Oli di Ortona ed invito il consiglire D’Alessandro, qualora lo volesse, a collaborare concretamente per migliorare, se possibile, questo nostro disegno di legge con proposte costruttive e non certo con attacchi che lasciano il tempo che trovano”. (REGFLASH) DR090224

Nella foto, l’assessore all’Agricoltura, Mauro Febbo