AGRICOLTURA: FEBBO, OK A PROROGA BANDI PIANO SVILUPPO RURALE

Pescara, 30 apr. L’assessore all’agricoltura, Mauro Febbo, comunica che sono stati prorogati al 30 giugno i termini per la presentazione delle domande delle misure dei bandi del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) in scadenza in data odierna. Un ennesimo rinvio che, determinato dal terremoto che lo scorso 6 aprile si è abbattuto sulla provincia aquilana con gravi ripercussioni su tutta la regione, riguarda le misure di primo insediamento, ammodernamento aziendale, prepensionamento, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, ricostituzione del potenziale produttivo forestale, indennità compensativa e agro ambiente. La proroga, definita insieme alle associazioni di categoria in un incontro subito dopo il sisma, è stata concordata con la Commissione europea in seguito alla visita dell’assessore Febbo a Bruxelles. In particolare, l’Unione Europea ha accordato di far gravare l’intero importo di cofinanziamento regionale del PSR per circa 40 milioni di euro sul fondo di rotazione dello Statoe di destinare alle Regioni italiane, a seguito delle riforme comunitarie, ulteriori 712 milioni di euro. Da questa somma, saranno prelevati 100 milioni da assegnare direttamente all’Abruzzo per poi ottenere, dalla ripartizione dei restanti 612 milioni di Euro (712-100), una ulteriore assegnazione (a riguardo bisogna precisare che 1 euro di risorse comunitarie aggiuntive attiva 1,27 euro di parte nazionale). Inoltre, è stato deciso di mettere a disposizione dell’Abruzzo, in tempi brevissimi, i migliori tecnici nazionali che faciliteranno la gestione dell’intero PSR prevedendo anche l’attivazione della misura 126 con contributi al 100% per la provincia aquilana e comunque per tutti gli agricoltori colpiti dal sisma. “L’ulteriore proroga dei bandi è il primo passo necessario per far ripartire la realtà agricola, pesantemente provata dalla calamità, e dare un pò di respiro a migliaia di imprenditori – ha sottolineato Mauro Febbo – mentre la rimodulazione del Piano di sviluppo rurale, relativamente alle maggiori possibilità finanziarie acquisite, è invece un’ulteriore azione che deve far ben sperare per la ripresa futura. Parliamo in totale di circa 267 milioni di euro”. In relazione alle domande relative al PSR, la novità che riguarda la modalità di presentazione che avviene esclusivamente on-line tramite il portale Sian. Questo permette la comunicazione diretta con gli interlocutori istituzionali, interni ed esterni all’amministrazione pubblica ed al tempo stesso l’interazione con gli organismi pagatori. “Contestualmente alla proroga abbiamo deciso di agevolare gli imprenditori agricoli che volessero provvedere subito agli acquisti previsti nei progetti – ha concluso l’assessore Febbo – infatti, basterà presentare semplicemente una richiesta cartacea che permetterà, dal giorno successivo, di riconoscere come ammissibili, salvo il buon esito dell’istruttoria, tutte le spese effettuate”. (REGFLASH) US090430

Nella foto l’assessore all’Agricoltura, Mauro Febbo