Il coordinatore provinciale Pdl Mauro Febbo: Centrosinistra a pezzi e in crisi profonda nel Consiglio comunale di Chieti

febbo11“Abbiamo sentito per settimane la litania di un centro sinistra che non ha fatto altro che tuonare contro la compattezza della maggioranza al Comune di Chieti ma la seduta del Consiglio comunale di ieri ha fornito un responso inequivocabile: i provvedimenti all’ordine del giorno hanno incassato 24 voti del centro destra su 26  – assenti giustificati il senatore Fabrizio Di Stefano impegnato a Roma e il consigliere Domenico Di Fabrizio che ha presentato le proprie giustificazioni al sindaco Di Primio – mentre la Minoranza si è fermata a quota 7 su 15 (13 a inizio legislatura +2 acquisti= FLI). A questo punto viene da chiedersi: dov’è finito il centro sinistra?”. Lo afferma il coordinatore provinciale del Pdl Mauro Febbo che aggiunge: “Il Pdl è un partito con un peso di rilievo e non solo nello scenario teatino, al cui interno non mancano le occasioni di confronto, anche con toni accesi magari come in questa fase pre congressuale. E’ comunque  un Partito che nei momenti importanti, come il Consiglio comunale di ieri, quando si tratta di votare provvedimenti a favore dei cittadini e di garantire il buon governo della città, ha mostrato in pieno il proprio senso di responsabilità. Al contrario la Minoranza, che non riesce ancora a digerire la batosta elettorale di 18 mesi fa, di fronte all’approvazione di atti significativi si è mostrata sfilacciata e dimezzata nei numeri al momento del voto. La stessa Minoranza che in Aula ha continuato ad operare con un atteggiamento ostruzionistico e per niente responsabile. Tutto ciò dimostra che nel centro sinistra la crisi e le divisioni sono profonde: parlano i numeri e almeno i numeri non possono essere smentiti”.