Operazione Bonifica, Febbo annuncia lo sblocco. Saranno pagati quasi 2 milioni 700 mila euro

ppNella nostra regione saranno dissequestrate 592 pratiche. Si è finalmente sbloccata la situazione di stallo nei pagamenti agli agricoltori a seguito della cosiddetta “Operazione Bonifica” avviata dalla Guardia di Finanza  in tutta Italia e che aveva coinvolto numerose aziende anche in Abruzzo. A darne notizia è l’assessore regionale alle Politiche agricole Mauro Febbo all’indomani di un incontro presso gli uffici del Ministero delle Politiche agricole.

Nell’ottobre del 2013 oltre 1000 finanzieri di tutti i Comandi Provinciali hanno acquisito, presso i Centri di Assistenza Agricola, documentazione relativa a soggetti individuati dal Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie della Guardia di Finanza attraverso un’analisi di rischio elaborata sui dati forniti dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea) e dagli altri organismi pagatori.
Se da un lato l’operazione mirava giustamente a rafforzare il livello di legalità di un settore chiave per l’economia del Paese e della nostra Regione, dall’altro si era determinata una situazione di estrema difficoltà per molte imprese agricole che si erano viste negare i pagamenti di base, gli aiuti accoppiati e nella maggior parte dei casi anche dei contributi previsti dal Programma di Sviluppo Rurale. Di conseguenza l’impatto economico dei blocchi applicati sulle domande è stato pesantissimo e si è andato ad inserire in un tessuto produttivo già provato dalla pesante crisi economica alla quale in molti casi si sono aggiunti eventi calamitosi. Per gran parte dei casi oggetto di sospensione è stato possibile chiarire come il blocco apparisse ingiustificato.
Ora finalmente si è trovata una via d’uscita che ha consentito di rimettere in moto il sistema e a procedere al pagamento dei contributi ridando così ossigeno a tanti imprenditori agricoli che avevano visto le loro attività andare in grandi difficoltà.

“Come detto l’operazione ha interessato anche la nostra Regione – sottolinea Febbo – dove erano state sequestrate ben 641 pratiche per un importo di 2 milioni 890 mila euro. Ora saranno dissequestrate 592 pratiche e gli agricoltori finalmente riceveranno da Agea i pagamenti dovuti per un importo totale di quasi 2 milioni 700 mila euro”.